L'ombra della città

 

di STEFANO CIOFFI

Silvana Editoriale (2021) Formato 24x21 cm
96 pagine
italiano - inglese
Euro 22,00

© STEFANO CIOFFI per le immagini e il suo testo

© MAURIZIO G. DE BONIS per il testo

Esplorare le sponde di un fiume ci aiuta a scorgere e vedere quello che non abbiamo mai saputo notare o che semplicemente evitiamo. Il fiume racconta la relazione di questi spazi solitari perché i luoghi sono abitati anche nei loro vuoti, la città è fatta non solo di spazi pieni e sedentari ma anche di spazi vuoti, sconosciuti e in movimento come quelli percorsi dall’acqua di un fiume.
Stefano Cioffi
Le immagini di Stefano Cioffi sono sempre piene di sorpresa e di stupore. La natura è raffigurata in tutto il suo caotico divenire, gli spazi pongono sempre dei dubbi e mai certezze, la presenza umana è evocata e a tratti possiede connotazioni deliranti.
Maurizio G. De Bonis

 

 


La silente anarchia della natura

 

di STEFANO CIOFFI

Silvana Editoriale (2017) Formato 24x21 cm
96 pagine
italiano - inglese
Euro 22,00

JOSEPHINE WENNERHOLM
Traduzione in inglese per testi Cioffi e De Bonis

© STEFANO CIOFFI per le immagini e il suo testo
© MAURIZIO G. DE BONIS per il testo 

Il volume raccoglie le fotografie di Stefano Cioffi realizzate nei luoghi di villeggiatura invernale dell’Appennino laziale e abruzzese. L’artista racconta la totale indifferenza della natura all’azione scellerata dell’uomo che ha invano e inutilmente cercato di colonizzare dei luoghi senza preoccuparsi di creare una relazione fra sé e i luoghi interessati. L’utilizzo quasi totale del campo lungo accentua l’effetto straniante delle sue inquadrature: sono visioni desolate e desolanti, immagini spettrali avvolte da un inquietante silenzio.

 

Attraverso gli scatti della serie Stillwaiting, Stefano Cioffi indaga il vuoto, la pausa, il silenzio nell’attesa dell’evento, entrando in risonanza con il soggetto, lo fissa in un tempo indefinito di sospensione interiore che si manifesta all’esterno. Dalle sue fotografie chiare e impattanti di un bianco e nero incisivo, traspare  l'attesa che non si attende nulla, solo uno stare in essa, dove l'abbandono diviene rifiuto di ogni maschera, illusione, sentimentalismo, conoscenza e verità predefinite.

L’attesa è parte stessa della fotografia, la sua creazione interseca e mette a fuoco, blocca o rinvia l'obiettivo dei desideri; l’incontro con l'immagine finalmente realizzata diviene via dell'attesa e del desiderio anche per chi la guarda. La fotocamera di Cioffi cattura l'attesa negli scorci delle città, nei paesi, nelle località marine, nelle discariche, nei luoghi di culto, nei non-luoghi: siti eletti dell'immobilità e del passaggio come le stazioni sotterranee o gli aeroporti.

CATALOGO DELLA MOSTRA - SILVANA EDITORIALE

DISPONIBILE SU www.amazon.it